Il territorio

Il territorio montano in Abruzzo rappresenta oltre l'80% della superficie regionale, in aggiunta a ció il nostro Appennino puó vantare della cima piú alta di tutta la catena montuosa, il Gran Sasso d'Italia (m. 2914).

Sui versanti del Gran Sasso sono rinvenibili alcune suggestive valle glaciali come la Val Chiarino, la Valle del Venacquaro ed il Calderone, il ghiacciaio più meridionale d'Europa.

L'armonia del "Gigante che dorme"

Il Gran Sasso d'Italia è la montagna d'Abruzzo per eccellenza: la maestosità delle sue vette, i ripidi pendii, la forza e la gigantesca essenza della sua natura si espandono su tutte le cime del complesso montuoso. Il massicio di natura calcarea, quasi dolomitico nel versante teramano, domina imponente tutto il territorio circostante. Qui, ad oltre 1.400 metri d'altezza, si trovano Prati di Tivo e Prato Selva, mete preferite da turisti e sciatori del centro Italia [Vai alla sezione delle stazioni sciistiche].

Non di minore bellezza sono inoltrei i Monti della Laga, regno di torrenti e cascate - famose quelle della Morricana, delle Scalette, e della Volpara - grazie anche alla presenza di terreni argillosi. 

Gli incanti dei Monti della Laga

Una natura incontaminata, a tratti lussureggiante e selvaggia. I Monti della Laga “incantano” e affascinano con l’armonioso silenzio dei suoi mille sentieri immersi tra boschi rigogliosi e verdi altopiani, con i suoi colori unici, brillanti d’estate, caldi e avvolgenti d’autunno. La vetta più alta è il monte Gorzano a m. 2458 di altezza.

Tra queste montagne si trova il più grande bacino artificiale d'Europa: il lago di Campotosto dove gli uccelli in migrazione trovano un sicuro e tranquillo approdo per la sosta durante il loro viaggio.

La Majella

Majella e Gran Sasso sono quasi equidistanti dalla nostra struttura, tant'è che è possibile ammirare contemporaneamente la maestosità di ambedue le formazioni montane.

La Majella è leggermente diversa a livello di paesaggi rispetto al Gran Sasso, lato adriatico, difatti si presenta più brulla e arida. Vale certamente la pena visitare i paesi montani e pedemontani, in quanto tutti caratterizzati dall'utilizzo storico e magistrale della cosidetta pietra della Majella, un calcare bianco che rende i paesi ancora più in sintonia con la natura circostante.

Se ci si spinge un poco più verso l'interno, è possibile accedere alla Valle del Tirino ed alla Valle del Sagittario, famose per le attività in canoa e per la produzione di vino (la fornace d'Abruzzo). Se doveste visitare queste due valli, è necessario visitare Sulmona, Raiano, Capestrano e Calascio, esiste un suggestivo valico che connette l'Abruzzo montano a quello costiero che consigliamo di attraversare in auto, si tratta del passaggio attraverso Castel del Monte - Campo imperatore.

I monti Gemelli

A nord il massiccio dei monti Gemelli, attraversato dalle Gole del Salinello, con le sue caratteristiche forme modellate dall'acqua. Grotte ed anfratti ci ricordano un passato lontano di tradizioni e riti religiosi e pagani.

 
miglior prezzo garantito 2
 
 
Prenotazioni sicure!
 
Cancellazione gratuita
Almeno 15 giorni prima dell'arrivo

Contact

Hotel Miramare Silvi
Via Garibaldi, 134
Silvi Marina (TE)

Tel. (+39) 085/930235
Fax (+39) 085/9351533

Email: info@miramaresilvi.it

 

Seguici su Twitter